Come arredare un bagno di dimensioni ridotte

Al giorno d’oggi le dimensioni delle abitazioni sono sempre più ridotte, e la stanza da bagno, considerata fino a poco tempo fa un vano di servizio, ha subito una drastica diminuzione dello spazio dedicato. Le ultime tendenze nel campo dell’arredamento, tuttavia, vedono il bagno al centro degli interessi di progettisti e le aziende del settore propongono soluzioni sempre più ricercate e innovative: grazie a questo fatto, è oggi possibile conciliare il design di qualità e la funzionalità con i limiti imposti da un bagno di dimensioni ridotte.

Alcuni marchi prestigiosi propongono, infatti, intere linee studiate per bagni piccoli o per secondi bagni di servizio, dai sanitari ai mobili da bagno.

 

Segui le regole sulle dimensioni

 

Nella scelta degli elementi che andranno a comporre il bagno bisogna tenere presente, innanzitutto, alcune regole fondamentali sullo spazio minimo per l’utilizzo degli apparecchi sanitari:

distanze minime tra elementi ed elementi-muro: 20cm
spazio minimo frontale lavabo: 75cm
spazio minimo frontale wc, bidet, vasca e doccia: 60cm

Per questo, quando si progetta il bagno, bisogna tenere presente non solo la dimensione dell’elemento, ma l’ingombro totale, comprensivo degli spazi minimi per l’utilizzo.
Considerando le dimensioni dei sanitari standard, si può arrivare ad un ingombro di 140x120cm solo per il gruppo wc e bidet: una porzione di spazio non proprio trascurabile nel caso di un bagno di dimensioni ridotte.

 

Sanitari dalle dimensioni ridotte

 

Conviene dunque valutare l’installazione di elementi appositamente pensati per ridurre lo spazio necessario.
La collezione M2 di Galassia, studiata per proporre soluzioni ad esigenze particolari, ha in listino sanitari profondi 45 cm e larghi solo 35 cm, così da arrivare ad un ingombro totale di 130×105 cm. Il design compatto e il montaggio filo parete, sospeso o a pavimento, fanno di questa serie una delle icone contemporanee, apprezzate anche per bagni di dimensioni più grandi.

I mobili da bagno compatti

 

Per quanto riguarda i mobili da bagno, una proposta molto interessante potrebbe essere il mobile componibile Chagall di Storm, composto da console con lavabo integrato profonda solo 50 cm, e da una colonna indipendente: caratterizzato da un design contemporaneo, é disponibile nelle finiture legno o laccato opaco nei colori di tendenza.

 

Termoarredi che occupano poco spazio

 

Per finire, il bagno può essere completato da un elemento di termoarredo che sostituisca il classico termosifone, spesso ingombrante: gli scalda salviette hanno il vantaggio di poter essere collocati a qualsiasi livello sulla parete, liberando spazio al suolo. Inoltre, grazie alla resistenza elettrica, possono essere utilizzati anche quando l’impianto di riscaldamento é spento, così da garantire sempre un buon livello di benessere: una buona scelta potrebbero essere gli eleganti termoarredi Storm nei modelli Boma e Chiglia: poco profondi, presentano un’ampia scelta di dimensioni diverse, così da potersi adattare a qualsiasi spazio.